Tag: Innovazione

0 comments

Pur sapendo  che gli scettici per ora prevalgano sui favorevoli ritengo profittevole fare una considerazione in merito al tema “circolarità”, calandomi un po’ provocatoriamente nel tema senza la pretesa di cercare la ricetta miracolosa.

Il vero fronte da affrontare -secondo noi- è proprio lo scetticismo legato al presunto manierismo della materia. Eppure se strategia aziendale è fare un piano d’azione di lungo periodo per perseguire un obiettivo economico, la circolarità è farlo considerando una prospettiva non “solo” di guadagno, ma integrando la sostenibilità economica, a quella sociale e ambientale con una prospettiva cliente-centrica.

Un obiettivo alto ma assolutamente concreto e misurabile finalizzato a dare ulteriori armi commerciali, blindare la soddisfazione dei clienti e accrescere il rating bancario.

Pilastri di questa visione strategica sono la sostenibilità e l’innovazione.

  • sostenibilità non è solo questione ambientale, cioè di compensazione del proprio impatto carbonifero sull’ambiente attraverso il risparmio, il riutilizzo e il riciclo della propria produzione; è anche una prospettiva sociale sia interna all’azienda (Welfare e Work-Life Balance) sia esterna alla stessa (Interazione con il territorio per attività sociali, culturali e ricreative).
  • innovazione non è solo questione di dematerializzazione della carta per “tagliare meno alberi”; è anche e soprattutto sfruttamento della tecnologia per l’efficientamento dei processi interni e la servitizzazione del cliente esterno.

Un ecosistema ampio che dimostra visione strategica e capacità di governance. Per questo circolarità è un nuovo capitalismo dal volto umano e non mero green washing.

0 comments

Organizzazione è un termine che contempla uno scenario operativo ampio che lavora su ricavi e costi.

L’ambito costi è sempre oggetto di grande presidio (CFO, controller, direttori amministrativi) mentre quello di generazione ricavi (sales) sconta spesso situazioni di maggiore criticità sia a livello di processi sia a livello di competenze che restituisce un’organizzazione poco organica rispetto i mutamenti sempre più repentini della domanda di beni e l’evoluzione tecnologica del mercato.

 

Per competere, è indispensabile sempre di più differenziarsi, non solo in termini di prodotto ma anche dal punto di vista organizzativo e di servizio per riuscire a coordinare ed indirizzare tutti gli sforzi  verso l’obiettivo della creazione di valore per il Cliente a monte e a valle.

in questo ambito gioca un ruolo fondamentale la figura dell’innovation manager.

Gioca il ruolo «di pivot» nel processo di trasformazione da un’organizzazione verticale per silos ad una orizzontale poggiata su una cultura “cliente-centrica“.

Rappresenta il motore del cambiamento che lavora sui 4 asset di strategia, organizzazione, processi e tecnologia con “passaporto” per sovrintendere le aree strumentali allo scopo dell’incarico al fine di creare un modello di business misurabile.

Su questi profili ci sono grandi risorse in termini di finanza agevolata.

0 comments

L’Italia registra un quadro sistemico sconfortante in termini di alfabetizzazione finanziaria a livello di piccole imprese.

Uno scenario in cui il reperimento di risorse finanziarie a sostegno di crescita e innovazione resta principalmente quello del credito bancario, una soluzione di fatto on/off.

L’accesso al mercato dei capitali resta una chimera ad appannaggio delle sole grandi imprese, permeata da un grado di rischio molto elevato (rischio truffe).

In questo senso TenderProf.it, divisione specialistica di ForzaVendis srl si occupa per le piccole imprese di

  • promuovere la cultura della diversificazione delle risorse finanziarie
  • presentare le opportunità a sostegno della crescita extra credito bancario

per ogni approfondimento www.tenderprof.it